mercoledì, Ottobre 28

Il 9 ottobre a Perugia per parlare della Carta europea della libertà di informazione

0

Sono già moltissime le adesioni all’Assemblea di Articolo 21 che si terrà venerdì 9 ottobre nella Sala dei Notari a Perugia a partire dalle ore 10.00.  

Parlare di pace, della carta che invita a non scagliare parole come fossero pietre e riflettere sulle minacce ai cronisti che svelano le bufale della rete sono gli obiettivi di un appuntamento importantissimo nel dibattito sul ruolo dell’informazione e delle notizie al tempo del Covid. 

Punto di riferimento dell’iniziativa sarà la Carta di Assisi, che sarà proposta al Parlamento europeo come prima carta europea per la libertà di informazione.  

Al centro dell’attenzione ci saranno i cronisti sotto tiro, gli stessi che nella sede della Federazione Nazionale della Stampa Italiana hanno recentemente consegnato al viceministro dell’Interno Matteo Mauri il dossier sulle minacce ricevute dalla “macchina organizzata” contro chi osa raccontare la verità, specie sui migranti, ma in generale contro chi smaschera le fake-news.  

Dopo i saluti introduttivi e alcuni video, ci saranno le relazioni di padre Antonio Spadaro e Roberto Natale.  

A seguire, in forma di panel, approfondimenti sul concorso di Articolo 21 per le scuole, sui bavagli in Europa e non solo, sui cronisti minacciati in Italia con testimonianze da Malta, Cina, Iran, Russia, Turchia, Siria, Bielorussia.  

Interverranno Flavio Lotti, portavoce Perugia-Assisi, e padre Enzo Fortunato, mentre hanno confermato la loro presenza l’Iman di Firenze, Izzeddin Elzir, e l’ex rabbino Firenze Joseph Levi.  

Parteciperanno inoltre la famiglia di Antonio Megalizzi, che sabato10 ottobre interverrà alla cerimonia di intitolazione ad Antonio di uno spazio universitario, Nello Scavo, Paolo Berizzi, Asmae Dachan, Paolo Borrometi, Sara Lucaroni.  

L’Associazione Stampa Umbra e l’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria hanno dato la propria adesione all’iniziativa, che è stata inserita nella programmazione degli eventi della formazione professionale continua dell’Ordine dei Giornalisti.  

In ottemperanza alle regole anti Covid verranno seguite tutte le misure di sicurezza all’ingresso, con l’obbligo di indossare la mascherina.  

 

Pin It on Pinterest