giovedì, Maggio 23

Editoria, registrato alla Corte dei conti il decreto per la ripartizione del Fondo straordinario 2023

0
Il Dpcm, emanato il 10 agosto 2023, è in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Le risorse messe a disposizione sono pari a 140 milioni, 15 dei quali per l’assunzione di giovani giornalisti e professionisti con competenze digitali e per la trasformazione a tempo indeterminato dei contratti giornalistici a tempo determinato e co.co.co.

Mercoledì 20 settembre 2023 è stato registrato alla Corte dei conti, ed è in corso la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il decreto 10 agosto 2023, emanato dalla Presidenza del consiglio dei ministri – Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy e il Ministro dell’economia e delle finanze, con il quale sono state ripartite le risorse, pari a 140 milioni per il 2023, del Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria, istituito dalla legge di bilancio 2022. Ne dà notizia lo stesso Die sul proprio sito web.

Le risorse sono così ripartite: 10 milioni per contributi a favore delle edicole; 60 milioni per il contributo straordinario per le copie vendute nel 2022; 15 milioni per l’assunzione di giovani giornalisti e professionisti con competenze digitali e per la trasformazione a tempo indeterminato dei contratti giornalistici a tempo determinato e co.co.co.; 55 milioni per gli investimenti in tecnologie innovative a favore delle imprese editrici di quotidiani e periodici e delle agenzie di stampa (10 milioni), dei fornitori di servizi di media audiovisivi nazionali (20 milioni), dei fornitori di servizi di media audiovisivi locali (15 milioni), dei titolari di concessioni radiofoniche e dei consorzi di imprese editoriali operanti in tecnica DAB (10 milioni).

«Come per l’anno 2022 – spiega il Dipartimento – le modalità per la fruizione dei contributi saranno definite con un primo provvedimento del Capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, avente ad oggetto le misure immediatamente operative (articoli 2 e 4 del D.P.C.M. 10 agosto 2023), e un secondo provvedimento relativo alle altre agevolazioni (articoli 3, 5 e 6 del D.P.C.M. 10 agosto 2023) la cui efficacia è subordinata all’autorizzazione della Commissione europea, ai sensi dell’articolo 108, paragrafo 3, del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea».

PER APPROFONDIRE
Il testo del decreto in materia di ‘Ripartizione delle risorse del Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria per l’anno 2023’ è pubblicato qui.

Pin It on Pinterest