sabato, Giugno 22

Quaranta anni di “Cdcnotizie”, agenzia di stampa del comune di Città di Castello

0

L’associazione Stampa Umbra formula i complimenti per i 40 anni della testata giornalistica del Comune di Città di Castello e parteciperà alle iniziative in programma il prossimo 25 maggio. È un evento importante che fa onore a tutto il mondo giornalistico umbro.
Di seguito il comunicato della Cdcnotizie:
Quaranta anni di “Cdcnotizie”, agenzia di stampa del comune di Città di Castello: giovedi 25 maggio alle ore 11 presso la sala “Eliana Pirazzoli” della Biblioteca “G. Carducci”, cerimonia celebrativa alla presenza del Sindaco, del Presidente Ordine Regionale Giornalisti dell’Umbria, Mino Lorusso e del Presidente dell’Associazione Stampa Umbria, Massimiliano Cinque.

Quaranta anni di “Cdcnotizie”, agenzia di stampa del comune di Città di Castello. Ricorrenza significativa per l’organo di informazione istituzionale del comune tifernate (fra i primi a livello regionale, dopo Regione Umbria, Giunta e Assemblea Legislativa, Provincia e Comune di Perugia) che verrà celebrata giovedì 25 Maggio, nel giorno in cui 40 anni fa, il 25 maggio 1983 usciva ufficialmente, a firma dell’allora Capo Ufficio Stampa e Direttore Responsabile, Giuliano Giombini, il primo comunicato emesso dalla testata registrata al Tribunale di Perugia. L’iniziativa avrà luogo presso la Biblioteca Comunale “G. Carducci” nella sala, “Eliana Pirazzoli, alle ore 11 alla presenza del sindaco di Città di Castello, degli assessori comunali, del Presidente Ordine Regionale Giornalisti dell’Umbria, Mino Lorusso, del Presidente dell’Asu (Associazione Stampa Umbria), Massimiliano Cinque, di Giorgio Galvani, Capo Ufficio Stampa del comune e direttore dell’Agenzia “CdcNotizie” e del giornalista, Tiziano Bertini, consigliere Ordine dei Giornalisti Umbria, già capo-ufficio stampa dell’Agenzia di Stampa dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria. Nel corso dell’incontro verrà sottolineato il ruolo di tutti coloro, giornalisti e collaboratori che a vario titolo, con responsabilità diverse, ancora in servizio (Sara Scarabottini, Marco Baruffi e Francesca Sensini) ed in quiescenza, Mariella Pelosi ed il compianto Fabio Pelosi, giornalista, scomparso nel 2015, punto di riferimento per anni, che hanno contribuito alla crescita e diffusione dell’attività istituzionale dell’agenzia di stampa con modalità di lavoro e di invio differenti adeguate nel tempo alle nuove tecnologie: dalle leggendarie “cassette” in acciaio collocate nel vicolo di piazza Matteotti, contenitori per anni dei comunicati cartacei personalizzate con i loghi delle varie testate locali, agli attuali lanci “on line” e sui “social-network”. “Un traguardo significativo per la storia e l’attività istituzionale ed il rapporto fondamentale con i media e tramite loro con i cittadini. Quaranta anni di attività di un organo di informazione istituzionale che coincidono con i sessanta anni dell’Ordine dei Giornalisti, ente pubblico, ordine professionale, che una legge del 1963, la numero 69 del 3 Febbraio 1963, ha istituito e con l’entrata in vigore ormai da 23 anni della Legge 150/200 sulla “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni”, con cui la comunicazione e informazione pubblica sono state istituzionalizzate ed hanno sancito anche con le dovute distinzioni, la nascita oggi di figure professionali ordinistiche all’interno di enti locali, regione, ministeri ed altri istituti, quali il “giornalista pubblico” ed il “comunicatore pubblico” esplicitamente indicati nell’ultimo rinnovo contrattuale del pubblico impiego”.
CDCNOTIZIE/2023/05/16/COMINLINEA/201/GGAL

I colleghi sono invitati a partecipare alla cerimonia

Pin It on Pinterest