giovedì, Luglio 25

La guerra un anno dopo, il 23 febbraio ad Assisi una giornata e una notte di riflessione per la pace. Asu aderisce alla Marcia della Pace e alle iniziative in programma

0
L’Associazione Stampa Umbra aderisce alla Marcia della Pace in programma nella notte tra il 23 e il 24 febbraio e alle iniziative organizzate per il 23 ad Assisi contro la guerra in Ucraina e le altre guerre. Per Asu sarà presente il presidente Massimiliano Cinque.

La guerra un anno dopo, la guerra nelle immagini che ci arrivano, la guerra raccontata, la guerra nel cuore dell’Europa, la guerra in Ucraina e le altre (molte, troppe) guerre nel mondo. Il 23 febbraio sarà una giornata diversa, di impegno civile e di riflessione ad Assisi in vista della marcia straordinaria che si terrà nella notte tra il 23 e il 24. Un evento organizzato dalla MarciaPerugiaAssisi.
“Il vortice della guerra ci sta risucchiando. Rischiamo la distruzione di noi stessi. Siamo sulla soglia del punto di non ritorno. – si ricorda nel messaggio che accompagna l’iniziativa – Dopo un anno di lavoro per la pace, cosa dobbiamo fare ancora per impedire il disastro più grande? Cosa dobbiamo fare per fermare le tante guerre che continuano a terrorizzare il mondo? Nella notte della guerra “In piedi costruttori di pace!” contro tutte le guerre” (in Ucraina, Siria, Yemen, Libia, Iraq, Palestina, Etiopia, Somalia, Sudan, Sud Sudan, Kurdistan, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Centrafricana, Camerun, Burkina Faso, Sahel, Mali, Costa d’Avorio, Niger, Nigeria, Costa D’Avorio, Mozambico, Sahara Occidentale, Afghanistan, Colombia, … la guerra è dappertutto e la facciamo anche contro i poveri, il clima, le donne, i rifugiati…).

La giornata del 23 è ricca di iniziative e spunti di riflessioni. In questo contesto si inserisce il corso di formazione organizzato da Articolo 21 aperto a tutti e valido ai fini dei crediti per i giornalisti.
L’informazione al tempo della guerra, nei luoghi delle molte guerre in corso nel mondo. Un approfondimento a più voci su una narrazione che possa rendere al meglio i fatti senza indugiare sulle immagini violente e rispettando le vittime delle guerre, col linguaggio cui più volte ha fatto riferimento Papa Francesco. Articolo 21, nel corso di formazione che si terrà il 23 febbraio ad Assisi, propone un vocabolario che abbia “cura” dell’altro e lo fa alla vigilia della marcia straordinaria per la pace, ad un anno dall’inizio della guerra in Ucraina, per capire come l’abbiamo raccontata e come possiamo contribuire a scrivere di guerra pensando alla pace.
Il corso si tiene in presenza presso la sala della Conciliazione ad Assisi. I dettagli per l’iscrizione sulla piattaforma Formazione Giornalisti del Cnog.

Di seguito il programma.

Saluti:
Stefania Proietti, Sindaca di Assisi
Marco Moroni, Custode Sacro Convento Assisi
Flavio Lotti, organizzatore della Marcia per la pace Perugia-Assisi

Padre Antonio Spadaro, direttore della rivista La Civiltà Cattolica

Relatori sul tema “Cronache di guerra e parole scelte con cura”
Carlo Bartoli, Presidente Cnog
Mino Lorusso, Presidente Ordine dei Giornalisti dell’Umbria
Massimiliano Cinque, Presidente Asu
Interventi e testimonianze di Tiziana Ferrario, Elisa Marincola, Enzo Nucci, Riccardo Cristiano, Paola Spadari, Angela Caponnetto, Nello Scavo, Antonella Napoli.

Modera Giuseppe Giulietti di Articolo 21

Previsti inoltre i contributi di Daniele Macheda, Vittorio Di Trapani, Piero Damosso, Ahmad Rafat, Lucia Goracci, Nello Scavo, Vincenzo Varagona, Roberto Zuccolini su “ I conflitti rimossi, quando le parole diventano pietre. I messaggi di Papa Francesco e la Carta di Assisi”

In serata incontro di riflessione e proposta (alle 21) nella Sala dei Notari (Palazzo dei Priori, piazza IV Novembre)

All’incontro interverranno, tra gli altri: Don Ivan Maffeis, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve; Marco Tarquinio, Direttore di Avvenire; Mario Giro, Comunità di Sant’Egidio; Elena Pasquini, Giornalista; Andrea Romizi, Sindaco di Perugia; Stefania Proietti, Sindaca di Assisi e Presidente della Provincia di Perugia; Marco Mascia, Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” dell’Università di Padova; Giuseppe Giulietti, Presidente Fnsi; Sergio Bassoli, Coordinamento di EuropeforPeace; Carla Romanelli Crowther, Attrice e scrittrice, Ilaria Malfatti, Regine Kevale Miemoukanda Santou, Alessia Brighigna, Giulia Bartocci, giovani in servizio civile; Enzo Nucci, già Corrispondente Rai a Nairobi, Andrea Ferrari, Presidente del Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani; Guido Barbera, Presidente Cipsi; Francesco Cavalli, Direttore gruppo Icaro; Gabriella Stramaccioni, Garante dei diritti delle persone private della libertà personale di Roma Capitale; Elisa Marincola, Portavoce Articolo 21; Flavio Lotti, Coordinatore della Marcia PerugiAssisi.

Alle 23, a conclusione dell’Incontro i partecipanti si recheranno verso il luogo di partenza della Marcia PerugiAssisi di notte (prevista alla mezzanotte).

Pin It on Pinterest