domenica, Novembre 29

Scadenze, nuova convenzione, marca da bollo, ricetta elettronica, rimborso iva, coniugi giornalisti, cig

0

SCADENZE
Entro mercoledì 31 marzo devono essere presentate in Casagit le richieste di rimborso per le spese effettuate in ottobre, novembre e dicembre 2015. Naturalmente è possibile consegnare anche le note spese datate gennaio, febbraio e marzo 2016, la cui scadenza ultima rimane comunque al 30 giugno 2016.

NUOVA CONVENZIONE
E’ attiva una nuova convenzione in forma indiretta per visite specialistiche dermatologiche con il Dr. Giulio Franceschini (Via A. Volta 18, Bastia Umbra [PG], Tel 075 8000308).

MARCA DA BOLLO
I documenti delle prestazioni sanitarie devono essere consegnati alla Consulta fiscalmente validi. Va quindi apposta da parte del socio, dove indicato, la marca da bollo.

RICETTA ELETTRONICA
Dal 1° marzo è partita in tutta Italia la nuova ricetta elettronica che sostituisce la vecchia ricetta rossa per i farmaci di fascia A, erogati dal Servizio sanitario nazionale e quindi soggetti al solo pagamento del ticket. Per il rimborso basterà presentare in Casagit lo scontrino fiscale “parlante”, cioè con la dicitura Ticket ed il codice fiscale (non è invece necessario inviare a Casagit il promemoria cartaceo eventualmente rilasciato dal medico). E’ dunque importante ricordarsi di presentare in farmacia la tessera sanitaria dell’intestatario della ricetta.

RIMBORSO IVA
Per tutto il 2016, Casagit continuerà a rimborsare l’IVA relativa alle prestazioni di radio e chemioterapia oncologica.

CONIUGI GIORNALISTI
Novità per le coppie di coniugi giornalisti entrambi contrattualizzati: al coniuge tenuto alla contribuzione minore sarà restituito il 33 per cento (e non più solo il 25 per cento) del contributo versato. Il rimborso cresce quale segnale di attenzione alla categoria dei soci contrattualizzati e quindi vincolati al contributo Casagit. Il rimborso sarà liquidato tra maggio e giugno.  Sono interessate circa 400 coppie di soci.

CASSA INTEGRAZIONE
Quando la Cassa integrazione si prolunghi, come purtroppo spesso avviene, oltre i 24 mesi in cui Casagit assicura l’assistenza gratuita, il socio potrà decidere se pagare il minimale (e continuare così a ricevere assistenza piena) o sospendersi per il periodo di Cig oltre i primi 24 mesi.

Pin It on Pinterest